sabato 4 novembre 2017

Frittelle di pane raffermo

Le frittelle di pane raffermo sono dei bocconcini salati morbidi e gustosissimi, una ricetta perfetta per consumare il pane raffermo.


Queste frittelle hanno origini davvero antiche, il classico metodo delle nonne per non buttare via niente in cucina..mia madre mi racconta sempre che in passato si preparava il pane in casa una volta a settimana e se ne faceva in grande quantità..era quasi normale che, trascorsa la settimana prima di farne dell’altro, il pane rimasto era diventato secco e asciutto..per cui mia nonna preparava queste frittelle di pane raffermo sia in versione salata che in versione dolce, per accontentare i più piccoli.
Questa ricetta è facilissima da preparare, ma vi assicuro che, una volta preparate, andranno letteralmente a ruba! Certo, non è uno di quegli antipasti o sfizi raffinati da presentare in una cena formale, ma per un pasto informale tra familiari o amici, sono perfette!
Se avete, quindi, spesso del pane che vi avanza, prendete carta e penna e segnatevi questa fantastica e facilissima ricetta del riciclo! Le dosi che metterò sono soltanto indicative, regolatevi secondo la quantità di pane che avete da consumare!

Continua qui (La cucina sottosopra)

venerdì 20 ottobre 2017

Il congelatore? Organizzato ed a prova di sprechi

Bastano piccoli accorgimenti per ridurre gli sprechi ed ottimizzare al meglio il congelatore di casa. Scopri i consigli!

Simona Bondi  

Esperta di risparmio

Sono un’utilizzatrice abituale (ed assidua) del congelatore, ma non è stato sempre tutto “rose e fiori” con questo elettrodomestico: non sempre i cibi si sono conservati nel modo giusto ed in passato ho dovuto cestinare dei prodotti mai utilizzati solo perchè conservati nel modo sbagliato. Grazie ad alcuni semplici consigli che ho imparato nel tempo, ho eliminato ogni tipo di spreco ed aumentato il mio risparmio.

Il freezer è uno di quei prodotti dei quali non potrei proprio fare a meno: mi aiuta ad ottimizzare il mio tempo, ad avere sempre sotto mano soluzioni rapide per il pranzo e la cena e, per finire, mi aiuta a risparmiare tempo e denaro.
Ma come trasformare un congelatore nel tuo alleato domestico fedele? Ecco delle dritte da seguire che ti semplificheranno la vita!

Riponi gli alimenti seguendo un ordine preciso

Io, per esempio, ho il classico congelatore a cassetti. Ogni cassetto viene utilizzato per uno scopo preciso. Perchè? In questo modo so dove cercare quello che mi serve ed evito aperture inutili dello sportello con conseguente dispersione della temperatura (a vantaggio della bolletta della luce e di una miglior conservazione degli alimenti).

Nel primo cassetto, che generalmente è anche quello più piccolo, conservo tutti quei prodotti che servono per preparare i soffritti: cipolla e aglio tagliati a pezzettini, prezzemolo e via scorrendo.

Continua qui

sabato 29 luglio 2017

Consigli per non sprecare cibo in estate: il decalogo

Dieci regole per consumare i cibi in maniera sicura durante la stagione estiva, nella quale a causa del caldo aumenta la deperibilità degli alimenti.

 
COME CONSERVARE IL CIBO IN ESTATE

Con l’arrivo dell’estate cambiano anche le nostre abitudini alimentari.Gli alimenti con il caldo sono più facilmente deperibili e crescono i rischi per la salute: ecco alcuni consigli per non sprecare cibo nella bella stagione.
Il Dipartimento Sicurezza Alimentare del Movimento Difesa del Cittadino ha messo a punto 10 consigli per evitare i rischi per la salute lo spreco alimentare dovuti al caldo intenso dell’estate.

LEGGI ANCHE: Lista della spesa e cucina degli avanzi, ecco come gli italiani combattono lo spreco di cibo

  1. Non dimenticare la differenza tra scadenza e termine minimo di conservazione. Nel caso del termine minimo di conservazione troveremo scritto “da consumarsi preferibilmente entro”. Si tratta della data fino alla quale il prodotto alimentare conserva le sue proprietà specifiche in adeguate condizioni di conservazione. La data di scadenza (“da consumarsi entro”) è invece la data entro la quale il prodotto va necessariamente consumato. Ricordati che questa è valida solo se rispettate le modalità di conservazione inserite in etichetta.
  2. Modalità di conservazione. In etichetta controlla la modalità di conservazione e rispettala al fine di non avviare processi di degradazione del prodotto che in estate possono essere più veloci.
  3. Non interrompere la catena del freddo. Acquista per ultimi i surgelati e usa le borse termiche, in modo che il trasporto del cibo dal negozio a casa avvenga nel più breve tempo possibile.
  4. Non perdere tempo. Appena arrivato a casa sistema subito la spesa, al fine di non interrompere la catena del freddo. Non dimenticare che ciò che hai comprato è stato esposto a temperature superiori anche durante il viaggio dal punto vendita a casa.
Continua qui 

Consigli e regole antispreco con la cucina circolare

 

 

sabato 1 luglio 2017

Se avanza la carne...Polpette al sugo

A modo mio

Ingredienti e dosi per quattro persone:

150 g. di carne (pollo, tacchino, salciccia ecc. ecc.)
un uovo
100 g. di pan grattato
2 cucchiai di grana grattugiato
1 spicchio d'aglio
1/2 litro passata di pomodoro
2 cucchiai di vino rosso
qualche foglia di basilico
sale e olio evo q.b.

Preparazione:

Tritare finemente la carne avanzata unire l'uovo sbattuto insieme al formaggio e al pangrattato; aggiustare di sale e formare delle palline. Scaldare l'aglio nell'olio in una capiente padella, sistemare le polpette e rosolarle per bene, unire la salsa di pomodoro e continuare la cottura sfumando con il vino, terminare con delle foglie di basilico spezzettate.

giovedì 15 giugno 2017

Non buttateli: con i fondi di caffè si possono fare mille cose. Ecco 10 utilizzi che nessuno conosce

Non tutti lo sanno, ma i fondi del caffè possono essere utilizzati per molteplici scopi. Normalmente, quando si fa il caffé con la moka, ciò che rimane del caffè all’interno della caffettiera viene buttato, e questo perché molti non sanno che le potenzialità dei fondi del caffè sono tantissime. Nel presente articolo, vogliamo indicarvi ben 10 utilizzi possibili dei fondi di caffè che non avreste mai immaginato.


Posizionare fondi di caffè in punti strategici, fa allontanare le formiche da casa vostra.

Mettere dei fondi di caffè lungo i bordi di un orto, tiene lontane le lumache che mangiano le vostre verdure.

I fondi di caffè sono ottimi anche come concime per i fiori: hanno il vantaggio che oltre a concimare tengono lontani gli insetti.

Per eliminare i cattivi odori delle mani che il sapone non riesce a togliere, provate a usare i fondi di caffè: sono molto efficaci contro l’odore di cipolle, aglio e pesce.

I fondi di caffè sono utili anche a togliere i cattivi odori dal frigorifero o dalle scarpiere. Come? Mettendo una ciotolina di fondi di caffè dentro scarpiere e frigoriferi. Il risultato è davvero efficace, ma bisogna ricordarsi di sostiuire i fondi di caffè dopo un paio di giorni.

Buttare i fondi di caffè nel lavandino è utilissimo. Erroneamente, alcuni pensano che il caffè sarebbe meglio gettarlo nella pattumiera o nell’umido, ma in realtà se viene buttato direttamente nel lavandino, aiuta a tenere pulite le tubature!

Una volta che si sono asciugati, i fondi per caffè possono essere messi dentro a un sacchettino per confetti e posizionato in macchina: aiuterà ad assorbire l’umidità interna al veicolo e i cattivi odori.

I fondi del caffè aiutano a coprire i segni di una sedia di legno o un tavolo di legno o di qualunque mobile fatto di legno. In che modo? Strofinando sulla sedia, il tavolo o altro tipo di mobilio di legno un composto fatto di acqua tiepida e fondi di caffè.

Mescolando fondi di caffè, zucchero di canna e un po’ di olio di oliva o cocco, si otterrà una crema-scrub naturale per contrastare la cellulite.

Fonte

domenica 28 maggio 2017

Spreco alimentare: in Europa ogni anno milioni di tonnellate di cibo finiscono nella spazzatura. La maggior parte dei rifiuti alimentari arriva dalle famiglie

In Europa si sprecano 88 milioni di tonnellate di cibo l’anno

Ogni anno in Europa si sprecano 88 milioni di tonnellate di cibo, per un totale di ben 173 chilogrammi a persona. I più spreconi sono gli olandesi (541 kg/persona), mentre i più virtuosi sono gli sloveni (72 kg/persona). L’Italia con i suoi 179 kg pro capite è, invece, poco al di sopra della media europea. Queste stime sono state diffuse nei giorni scorsi dal Parlamento europeo, che il 16 maggio si è impegnato a adottare una serie di misure per ridurre lo spreco alimentare del 30% entro il 2025 e del 50% entro il 2030.
Tali livelli di spreco sono inaccettabili, se consideriamo che secondo Eurostat ben 55 milioni di cittadini europei – poco meno del 10% della popolazione – nel 2014 non si potevano permettere un pasto di qualità nemmeno ogni due giorni. Inoltre, sprecando tutto questo cibo, si sperperano anche tutte le risorse utilizzate per produrlo, come acqua, suolo ed energia.

Come se ciò non bastasse, ai gas serra immessi in atmosfera durante il processo produttivo di tutto questo cibo sprecato bisogna sommare quelli generati durante lo smaltimento dei rifiuti alimentari. Secondo la Fao, per ogni chilogrammo di cibo vengono prodotti 4,5 kg di anidride carbonica e i rifiuti alimentari rappresentano l’8% di tutte le emissioni di gas serra prodotte dalle attività umane.

Continua qui

martedì 18 aprile 2017

Cioccolata, 8 modi per utilizzare gli avanzi delle uova di Pasqua

In cucina è buona regola non buttare via nulla, quindi bisogna ingegnarsi con qualche piccolo trucco per non sprecare la cioccolata delle uova di Pasqua. Che sia al latte, fondente o bianca la si può suddividere in bustine per alimenti e congelarla, così al momento del bisogno sarà facile sminuzzarla a coltello o grattugiarla su un dolce, fonderla a bagnomaria per preparare una torta o foderare degli stampini e/o bicchierini per contenere una mousse. La raccolta fondi organizzata da AIL, associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma, in abbinamento alla distribuzione di uova di Pasqua nelle piazze italiane, ha affiancato una campagna di sensibilizzazione grazie alla partecipazione di chef italiani che hanno fornito ricette per utilizzare la cioccolata non immediatamente consumata durante le feste: “Uova in cerca d’Autore” 


Banale, forse, ma vero. Dopo Pasqua e Pasquetta restano nella loro carta colorata molti pezzi di cioccolato, abbandonato dai bambini dopo aver preso la sorpresa e mangiato qualche boccone. L'attore comico Giovanni Vernia ne ha fatto uno sketch che impazza sui social: un papà insegna al suo bimbo piccolo perché Pasqua è un giorno importante. "Sai che giorno è Pasqua? È il giorno speciale in cui mamma butta via il cioccolato delle uova dell'anno scorso per rimettere nella ciotola quello di quest'anno, dicendo che ne farà tanti dolci". Se il cioccolato delle uova di Pasqua non si usa, in effetti, rischia solo di diventare l'ennesima cosa conservata in dispensa che poi verrà buttata dopo mesi. Ecco allora alcune dritte e ricette facili - selezionate da Giulia Mancini per Repubblica Sapori - per usarlo davvero. E non solo nei dolci.

Continua qui

domenica 5 marzo 2017

Se avanzano le mele...

Torta di mele con noci 

La torta di mele con noci si prepara stendendo la pasta sfoglia in una teglia e farcendola con le mele a fettine ed i gherigli di noci tritati grossolanamente. Ecco i passaggi della torta di mele con noci. 

 Ingredienti

  • 1 confezione pasta sfoglia surgelata
  • 4 mele
  • 1 cucchiai zucchero
  • q.b. cannella in polvere
  • 1 confezione crema pasticcera senza cottura
  • q.b. latte
  • una decina gherigli di noce
  • qualcuno chicchi d'uva bianca
  • q.b. pompelmo rosa (solo la buccia per decorazione)
  • q.b. olio extravergine d'oliva
Continua qui

sabato 4 febbraio 2017

Alimentazione: Giornata Mondiale anti-spreco, da ENEA il decalogo delle buone pratiche

La sfida dell’ENEA contro lo spreco alimentare per “sfruttare al meglio quel Giacimento di risorse preziose nascosto nella spazzatura”


Scienziati in campo per ridurre gli sprechi alimentari. Dalle buone pratiche sotto forma di decalogo alle nuove frontiere della ricerca con tecnologie e metodologie innovative: è la sfida dell’ENEA contro lo spreco alimentare per “sfruttare al meglio quel Giacimento di risorse preziose nascosto nella spazzatura”, come sottolineano gli esperti del Dipartimento Sostenibilità dell’Agenzia. I dati FAO parlano chiaro: in Italia, un anno di spreco alimentare potrebbe sfamare quasi 44 milioni e mezzo di persone. A livello mondiale i numeri sono altrettanto allarmanti: ogni anno più di un terzo della produzione mondiale di cibo si perde o si spreca lungo la filiera, circa 1,3 miliardi di tonnellate di alimenti sprecati solo considerando la frazione commestibile.



Possono trasformarsi in proteine e zuccheri utili per produrre ingredienti alimentari, nutraceutici e mangimi per la zootecnia. Ma gli scarti alimentari possono diventare anche bioplastiche o energia sotto forma di biogas. Non solo. Dagli scarti di uva e arance si ricavano polifenoli, pectine e fibre, utilizzabili in nutraceutica e cosmetica. Secondo l’Ue entro il 2030 con il riciclo dei rifiuti al 70% e lo smaltimento in discarica al 5%, grazie all’economia circolare si possono creare 580 mila posti di lavoro e risparmi per le imprese pari all’8% del fatturato annuo.

Continua qui

mercoledì 25 gennaio 2017

Ricette con gli avanzi: idee per pasta, pollo, pane

Sono tante e buonissime le ricette con gli avanzi di cibo che si possono preparare in casa, evitando così inutili sprechi alimentari ed economici: ecco quelle più sfiziose e facili da realizzare con i classici avanzi del giorno prima.

 

Ricette con gli avanzi alimentari ‘recuperati’ dalla dispensa o da un pasto luculliano? Alcuni di voi rimarranno stupiti nello scoprire che ce n’è una per tutti i gusti! Quindi, prima di gettare qualche biscotto secco, una fetta di pane raffermo, della pasta o del riso del giorno prima, sappiate che quegli avanzi possono trasformarsi in ingredienti-base per dar vita a nuove, gustosissime ricette.

In tempi come questi, poi, preparare un pasto con ciò che abbiamo già in casa è sicuramente un gran vantaggio per le nostre tasche e per fornire un contributo concreto alla lotta contro lo spreco alimentare.

Sono molte, infatti, le ricette con gli avanzi che è possibile realizzare velocemente e il risultato è (quasi) sempre garantito.

Ricette con gli avanzi di pasta

Gli avanzi di pasta, ad esempio, sono perfetti per dar vita a tanti manicaretti pratici e sfiziosi da portare in tavola per ogni occasione. Dalla classica frittata di pasta al timballo di maccheroni, dalle crocchette alla pizzaiola di pasta e l’immancabile insalata di pasta fredda.


Nella nostra guida pratica alle ricette con gli avanzi di pasta trovate tutti i suggerimenti per realizzare passo-passo delle gustose pietanze, eccovene alcune:
Anche il riso avanzato può essere riutilizzato per creare piatti deliziosi ed evitare gli sprechi in cucina, dagli arancini veg di riso alla frittata di riso e alla torta salata di riso e zucchine. Autentiche bontà da sperimentare subito, eccone una:

Ricette con gli avanzi di biscotti e dolci

Se la vostra dispensa è piena di biscotti secchi e duri che nessuno in famiglia vuol mangiare, sappiate che anche quei biscotti possono essere ‘riciclati’ per realizzare dei dolci fatti in casa che andranno letteralmente a ruba.


Continua qui

 

lunedì 2 gennaio 2017

Se avanzano le lenticchie...

A modo mio

Torta salata

Ingredienti e dosi per quattro persone: 

Un rotolo di pasta sfoglia brisè
due uova
200 g. di lenticchie cotte
due cucchiai di parmigiano grattugiato
un pizzico di maggiorana
sale e peperoncino q.b.

Preparazione: 

Sbattere le uova con metà del formaggio, salare a piacere, unire le lenticchie, il peperoncino e la maggiorana; amalgamare bene, stendere la pasta sfoglia in una teglia, bucherellare il fondo con una forchetta, spolverare con il rimanente formaggio, versare il composto e richiudere i bordi. Cuocere in forno già caldo a 180° per una ventina di minuti. Servire calda o fredda

Altre ricette con le lenticchie

sabato 3 dicembre 2016

Cucinare con gli avanzi: la ricetta della salsa di mele da preparare con le bucce

Ideale per condire fagioli stufati o verdure grigliate, questa salsa è ricavata dagli scarti delle mele: la loro buccia.


Bucce di patate, mele, arance e mandarini possono essere adoperati per la preparazione di sfiziose ricette, così come le foglie del sedano, dei finocchi, dei carciofi: quelli che definiamo “scarti” in cucina, non lo sono affatto e possono essere riutilizzati per ottenere brodi, stufati, salse, sughi e molto altro.
È la teoria di fondo del libro Riciclare in cucina – L’arte di utilizzare con gusto scarti e avanzi di Giuliana Lomazzi (Edizioni Terra Nuova), che noi di Non Sprecare sposiamo in pieno. Il volume contiene oltre 80 ricette per arginare l’immenso spreco di 179 chili di cibo buono che finiscono ogni anno nella spazzatura.

LEGGI ANCHE: Bucce di patate fritte, la ricetta sfiziosa e non sprecona per un aperitivo fai da te ricco di gusto

 

RICETTA SALSA DI MELE CON BUCCE

Vediamo allora come riutilizzare le bucce delle mele per preparare una salsa deliziosa da assaporare con le verdure grigliate:

INGREDIENTI

  • 500 gr di bucce di mele biologiche
  • 100/150 ml di brodo vegetale
  • 1/2 limone
  • 2 scalogni grossi
  • 2 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • Un pizzico di Cannella
  • 1 chiodo di Garofano
  • 2 foglie di Salvia
  • 2 bacche di Ginepro
  • Sale

Continua qui

sabato 12 novembre 2016

Se avanza il risotto con la zucca

 
A modo mio


Aggiungere un uovo, due cucchiai di grana grattugiato,  amalgamare bene, mettere in una teglia e scaldare in forno a 180° per una quindicina di minuti
 
Qui la ricetta del risotto con la zucca

3 Ricette per risotto avanzato


venerdì 4 novembre 2016

Non buttate la buccia delle melanzane


Lavate con cura la buccia delle melanzane, tagliatele a striscioline, quindi fatele bollire in acqua e aceto. Una volta che si saranno raffreddate conditele con olio e aceto. Diventeranno un insolito e saporito contorno.

Fonte: Telesette

Ricette di avanzi di parmigiana di melanzane


Ricette con le melanzane



lunedì 24 ottobre 2016

Se avanzano le nocciole...Nutella fatta in casa

Facile e veloce da preparare, è perfetta per unacolazione sana, o un goloso spuntino pomeridiano, che farà felice grandi e piccoli. E per farla bastano pochissimi ingredienti!

Ingredienti per un barattolino da 200 ml:

  • 6 cucchiai colmi di nocciole intere
  • un cucchiaio e mezzo di cacao amaro
  • 3 cucchiai di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
  • 4-6 cucchiai di latte di soia alla vaniglia

Continua qui

lunedì 17 ottobre 2016

Yogurt scaduto...

Ecco una facile ricetta

Torta allo yogurt

2 uova, 150 gr. di zucchero, 200 di farina 0, un vasetto di yogurt, 2 cucchiai di olio semi mais, 1/2 bustina di lievito e un pizzico di sale. Impastare tutto direttamente con il mixer. Infornare per 25 min circa a 180° in forno statico, fare sempre e comunque prima la prova stecchino.

Vi è rimasto un vasetto di yogurt scaduto e non sapete come utilizzarlo? Niente paura, potete farlo diventare un efficace ed economico alleato dei vostri trattamenti di bellezza naturali fai da te!

mercoledì 5 ottobre 2016

Cucinare con gli avanzi, ricette

Quando aprite il frigorifero li vedete ancora lì e li fissate con fastidio e disprezzo; quando accendete la luce nella dispensa li notate subito, incompleti ed inutili. Ma loro non ci stanno, perché possono dare ancora tanto; quindi, per favore “non chiamateli avanzi”. In questa rubrica troverete spunti interessanti per utilizzare “l’inutilizzabile del frigorifero” e i “rimasugli della dispensa”, senza sprecare nulla e creando piatti gustosi ed interessanti. Utilizzare quello che si ha a disposizione per cucinare e nobilitare materie povere è un arte. Ognuno di noi può essere l’artista della sua tavola. Lascia i tuoi ingredienti “inutilizzabili” nei commenti ed il prossimo articolo potrebbe essere per te.


Continua qui

giovedì 22 settembre 2016

Ricicliamo...il CIBO!

Amici, ormai al giorno d'oggi, si parla dappertutto di questi 2 temi: riciclare e alimentazione. Neanche a me dispiace parlarne, dato che sono un'amante dell'ecologia e una fan del "mangiar bene". 
Questa settimana vi propongo alcuni segreti e suggerimenti per non buttare il cibo ed evitare inutili sprechi. Ecco alcuni esempi nei quali vi potreste ritrovare: 


  • Salumi e affettati dimenticati nel frigo o avanzati da 3-4 giorni  : ci sono moltissimi modi in cui potreste impiegare il prosciutto crudo, cotto o lo fettina di speck avanzata, ad esempio con una carbonara (al posto della pancetta, il prosciutto è ottimo e diventa croccante quando lo spadellate con olio e cipolla), per insaporire una frittata o un timballo al forno, per la pasta al forno, per la pizza di patate o per fare i supplì
  •  Formaggi stagionati: questi si conservano persino per una settimana, se ben racchiusi nel frigo in sacchetti alimentari o avvolti nella pellicola, poichè sono più disidratati rispetto a quelli freschi ;se dovessero presentare un alone biancastro molliccio o verde, eliminate quella parte con il coltello e poi utilizzate un altro coltello pulito per tagliuzzarlo. Io uso gli avanzi dei formaggi stagionati per insaporire il petto di pollo alla piastra (aggiungo un pezzetto di emmental sul pollo negli ultimi minuti di cottura), oppure per fare una buona pasta ai 4 formaggi, per creare gustosi  sofficini o crocchette al formaggio con uova, farina e pangrattato e infine per inventare nuove e sfiziose ricette. 
  • Pasta del giorno prima: se avete cotto troppa pasta o qualcuno si è rifiutato di mangiarla, niente paura, il giorno dopo potrete sfruttarla per creare una gustosa "frittata di pasta", seguite questo link http://www.nonsprecare.it/come-cucinare-avanzi-ricetta-frittata-di-past
  • (...)
  • Continua qui

domenica 31 luglio 2016

Cucina degli avanzi: la torta con gli scarti dei centrifugati di frutta e verdura

Ecco un modo dolce e nutriente per recuperare gli scarti dei centrifugati di frutta e verdura: prepariamo una golosa torta sana e soffice

TORTA CON SCARTI DI CENTRIFUGA - Questa torta è molto semplice da relizzare, bastano pochi semplici ingredienti e, soprattutto, gli scarti dei vostri centrifugati di frutta e verdura. Ogni volta che prepariamo un centrifugato, infatti, la polpa di frutta e verdura diviene uno scarto. Ecco come recuperarla in modo sano, goloso e semplice.
LEGGI ANCHE: Ricette centrifugati dimagranti di frutta e verdura

RICETTA TORTA CON AVANZI DI CENTRIFUGATO - Ecco la base della ricetta con qualche avvertimento: se fate un centrifugato ace la tortà assumerà un sapore agrumato, se ne fate uno con carote e spinaci la torta assumerà un altro gusto. Quindi valutate, in base al sapore che preferite, quali frutti e verdure utilizzare.

Continua qui

sabato 2 aprile 2016

Cucina velocissima: 5 idee per cucinare con gli avanzi e rimanere leggeri



 
Avete mangiato troppo e non ne potete più di cucinare? Concedetevi una pausa dai fornelli, con qualche ricetta facile e veloce per preparare piatti favolosi senza fatica.
Dite la verità: avete bisogno di uno break. Aspettando i menù di Capodanno e tentando di digerire le delizie delle feste, concedetevi una piccola pausa dalle fatiche della cucina. Ecco qualche idea di cucina velocissima, per preparare manicaretti in un lampo (ma davvero in un lampo!) senza perdere ore ai fornelli e perché no… usando qualche avanzo!

Salse veloci: un antipasto può diventare uno spuntino veloce o un pranzo light. Preparate tantissime salse in meno di un minuto e accompagnatele con qualche pane speciale, come il pane cafone napoletano. Leggete tutto qui: Salse veloci: 10 ricette da 1 minuto per antipasti e tartine

Frittate veloci: cosa c’è di più facile e rapido di una frittata? Le ricette con le uova sono a prova di bomba. Ma come renderle un po’ più speciali? Ecco le idee che cercate… garantito: non ci metterete più di 10 minuti a prepararle! Provare per credere: Frittate veloci: 10 ricette per trasformare un uovo in un capolavoro 

Zuppe pronte: per depurarsi un po’ e alleggerirsi dopo gli stravizi, nulla è meglio di una minestra calda. L’idea non vi mette appetito? E’ perché non avete provato le ricette magiche che trasformano una zuppa in brick in un primo leggero ma buonissimo. In un minuto! Eccole qui: Zuppe pronte: 10 ricette per trasformarle in un primo sfarzoso e raffinato

Tartine veloci: un morso e via. Avete il frigo pieno di avanzi di salumi, formaggi e chili di pane da smaltire? Ecco come allestire un aperitivo chic e facilissimo per gli amici, provate! Tartine veloci: 10 ricette per preparare aperitivi e antipasti senza cucinare

Continua qui